Qui in descrizione vi anticipiamo il Questionario preliminare che vi verrà richiesto di compilare al momento dell’esame

 

QUESTIONARIO PRELIMINARE PER RISONANZA ARTICOLARE APERTA

PORTARE LE INDAGINI PRECEDENTI (radiografie, tac, rmn, cartelle cliniche di pregressi interventi) per facilitare il Medico radiologo

E’ VIETATO ESEGUIRE LA RISONANZA CON PACEMAKER – CLIPS CHIRURGICHE – VALVOLE CARDIACHE – POMPE INSULINA – NEUROSTIMOLATORI – ELETTRODI –  AURICOLARI – IUD –  SCHEGGE METALLICHE – PREPARATI METALLICI INTRACRANICI

LE SUCCESSIVE DOMANDE SERVONO PER GARANTIRE LA ESECUZIONE DELL’ESAME IN CONDIZIONI DI SICUREZZA

DURANTE L’ESAME ( CIRCA 30 ‘’) LA MACCHINA EMETTE DEI RUMORI RITMICI COME UN CARRO FERROVIARIO:  cio’ e’  PERFETTAMENTE NORMALE

IL PAZIENTE DEVE RESTARE IMMOBILE ALTRIMENTI SI DEVE RIPETERE L’ESAME

LA PAZIENTE DEVE ASPORTARE COSMETICI, TERRE, SMALTO DELLE UNGHIE VICINO ALLA ARTICOLAZIONE DA ESAMINARE

RIPORRE  TUTTE GLI OGGETTI METALLICI ( CARTE DI CREDITO,OROLOGI, OCCHIALI, FERMAGLI SPILLE, COLLANE  ECC…) NELLA CASSETTA CON CHIAVE  DELLO SPOGLIATOIO  PERCHE’ SI  POSSSONO  SMAGNETIZZARE .

Ha mai lavorato come tornitore, saldatore, carrozziere, sarta?………………………………..  SI []   NO  []

E’ portatore di schegge di metallo…………………………………………………………………… SI []   NO  []

Ha mai subito incidenti stradali o di caccia o di esplosioni?…………………………………… SI []   NO  []

Ha subito interventi chirurgici  su testa   collo   torace    addome  braccia   gambe?……… SI []   NO  []

Di pacemaker cardiaco o di altri cateteri a permanenza? ………………………………………. SI []   NO  []

Di protesi alle orecchie, elettrodi,?…………………………………………………………………… SI []   NO  []

Di protesi metalliche per pregresse fratture ( protesi, placche,  viti)?………………………… SI []   NO  []

Di tatuaggi, creme, smalto delle unghie,terre nei pressi della articolazione da esaminare? SI []   NO  []

Modulo di consenso informato  del paziente alla esecuzione di esame radiologico

ai sensi dall’art. 111 del D. Lgs. 230/95:

Prima della effettuazione delle procedure diagnostiche, a tutela dell’utente, devono essere espletate le verifiche prescritte dall’art. 111 del D. Lgs. 230/95; in particolare nel modulo di consenso informato devono chiaramente risultare espletate le seguenti procedure da parte del medico radiologo:

1.       la verifica dell’appropriatezza o giustificazione clinica della proposta medica;
2.       la impossibilità di soddisfare il quesito clinico con procedure che non erogano dose radiante al paziente;
3.       la impossibilità di fornire il supporto diagnostico richiesto mediante utilizzo di una stessa procedura eseguita in tempi precedenti;
la verificata assenza di condizioni fisiologiche controindicanti l’impiego di radiazioni ionizzanti;
la eventuale somministrazione del mezzo di contrasto, se necessaria ai fini diagnostici.